VIRGILIO ROSPIGLIOSI

forme e azioni sonore

headshot-placeholder-horizontal.jpg

Secondo il pensiero dell’artista il processo creativo non ha una direzione espressiva unilaterale. Il mezzo attraverso il quale l’artista comunica è soltanto uno strumento. Una scelta, una modalità. In parallelo alle sperimentazioni visive, Rospigliosi attraverso il suono, sperimenta prospettive e combinazioni di strutture non visibili, incastri e macchinazioni sonore. Studi concettuali, scioglilingua auditivi, lineari o stranianti e con lunghezze a volte non convenzionali.


Variazioni sulla retorica del linguaggio musicale N°5 Op 1902. (2016)©

1Mov: Lo stesso seme - 2Mov: La stessa pianta - 3Mov: Lo stesso frutto


Concerto per pianoforte su ombra portata e retorica del linguaggio dodecafonico N°6 Op 1902. (2016-2017)©

1Mov: Clorofilla - 2Mov: L’interno dell’albero - 3Mov: Il nutrimento


Studio per pianoforte sulla santità n°12 Op 1. (2017)©